Tastiere gaming ecco come sceglierle

Come si fa a trovare una tastiera gaming funzionale e al tempo stesso economica? Per dedicarsi alla passione per i videogiochi al 100% e immergersi in esperienze piacevoli e intriganti sotto tutti i punti di vista, la scelta di una tastiera da gioco adeguata è indispensabile: occorre, però, che essa risulti comoda e al tempo stesso che garantisca una eccellente risposta ai comandi.

Prima di tutto occorre pensare a qual è il budget a disposizione, dal momento che l’offerta del mercato è molto variegata: ci sono prodotti che costano poche decine di euro e altri che superano abbondantemente i 100 euro. Il fattore prezzo, insomma, è decisivo, e non si può dimenticare che più i giochi sono evoluti e più si ha bisogno di tastiere performanti. La distinzione tra le tastiere meccaniche e quelle a membrana mette in evidenza la convenienza economica delle seconde: esse, tuttavia, sono in grado di garantire prestazioni inferiori rispetto a quelle assicurate da una tastiera meccanica. Il motivo è presto detto: una tastiera meccanica permette di digitare i tasti più rapidamente, visto che non è necessario arrivare alla fine della corsa dei tasti per trasmettere l’impulso, e inoltre offre una precisione maggiore.

Su una membrana la forza di attenuazione necessaria per la registrazione di una sequenza di tasti è molto più bassa, mentre è elevato il rischio di errori. Certo, bisogna anche pensare a come e dove la tastiera gaming verrà utilizzata: se si è abituati o si ha la necessità di portarla in giro, per esempio, conviene optare per una soluzione a membrana, che pesa molto meno e in più, grazie alla sua flessibilità, può essere ripiegata su sé stessa e occupare meno spazio. Le tastiere meccaniche, invece, non fanno della trasportabilità la propria caratteristica più interessante.

L’esperienza individuale di ogni giocatore è, comunque, decisiva nella scelta: per alcuni, per esempio, le tastiere a membrana potrebbero risultare molli, e quindi offrire un feedback poco piacevole. In effetti con questi dispositivi si ha a che fare con una resistenza non lineare, dovuta all’oscillazione dei tasti. Non si corrono questi rischi, d’altro canto, con i modelli meccanici, i cui tasti tornano subito in posizione. Insomma, un disegno di gomma offre una resistenza nettamente inferiore rispetto a quella fornita da un meccanismo meccanico, e nel gaming un aspetto del genere è in grado di fare la differenza.

Infine, l’ultimo parametro che vale la pena di prendere in considerazione in vista dell’acquisto di una tastiera gaming è quello relativo alla durata. Il ciclo di vita di un tasto meccanico può essere considerato quasi eterno, visto che vengono garantite 50 milioni di combinazioni di tasti. Molto inferiore è la longevità delle tastiere a membrana, che difficilmente superano i 5 milioni di battute. Non va scordato, poi, che la gomma invecchiando attira lo sporco e può diventare appiccicosa, il che la rende difficile da pulire; anche con una tastiera meccanica, però, la manutenzione si può rivelare complicata, soprattutto se non viene eseguita regolarmente (anche se in questo caso è possibile rimuovere i singoli tasti in caso di necessità).