Facebook multato dall’Unione Europea, dovrà pagare 110 milioni di euro!

Clamorosa stangata quella rimediata da Facebook: il social network di Palo Alto è stato condannato a pagare 110 milioni di euro all’Unione Europea per aver fornito informazioni “false e fuorvianti” nell’ambito della questione dei dati personali condivisi con Whatsapp.

I fatti sono noti: nel 2014 Facebook acquistò Whatsapp e iniziò la condivisione dei dati tra le due piattaforme. Sull’app di messaggistica istantanea venne poi addirittura rilasciato un avviso secondo cui chi non avrebbe accordato il trattamento dei dati personali, non avrebbe potuto continuare ad utilizzare l’app.

Facebook, in ogni modo, aveva inizialmente negato queste pratiche, salvo poi far marcia indietro (nei giorni scorsi è arrivata anche la multa di 3 milioni da parte dell’Antitrust italiano). Ieri sera, tramite un twwet di Margrethe Vestager, Commissaria Europea per la concorrenza, è stata ufficializzata la maxi-multa, con invito alle altre aziende a rispettare le norme dell’UE e di fornire informazioni esatte.