Alimentatore atx: i migliori 3 modelli del 2017

Gli alimentatori per computer sono ormai diventati indispensabili per la funzionalità piena di ciascun dispositivo. Il loro obiettivo è quello di fornire la giusta energia alle componenti hardware, consentendo a queste ultime di agire senza alcun intoppo. In particolare, nel corso degli ultimi anni lo standard ATX ha assunto un’elevata rilevanza e regolamenta la compatibilità tra componenti di marche differenti. Diamo ora un’occhiata ai migliori tre alimentatori ATX fissi del 2017. Stiamo parlando di proposte molto interessanti, in grado di migliorare le prestazioni di ciascun PC fisso. Eccole.

  1. Thermaltake Hamburg 530W

Partiamo subito da un alimentatore ATX capace di garantire ottime prestazioni. La sua potenza è di 530 Watt e riesce a portare a termine tutti i lavori per i quali è stato progettato. Il prodotto punta su una buona funzionalità per ogni tipologia di PC, nonostante non sia di fascia molto alta.

Il suo differenziale di efficienza si mantiene tra l’80% e l’86% e presenta al suo interno una ventola da 12 centimetri, in grado di ridurre al minimo il grado di rumorosità. Dal punto di vista puramente estetico, va segnalata la scelta di introdurre sulla facciata laterale la foto della cattedrale di Amburgo (da cui il nome dell’alimentatore). Bene anche la certificazione 80 Plus Bronze, utilizzata per sottolineare l’efficienza di ciascun esemplare appartenente a tale segmento.

  1. Corsair VS650

Ecco un altro buon alimentatore ATX per pc fisso, che va ad inquadrarsi nella fascia medio-bassa della gamma di questi particolari prodotti. Il suo costo medio si aggira sui 50 euro e rende il prodotto ancora più interessante, considerando anche le funzionalità che garantisce. Possiede una potenza di 650 Watt e ha ricevuto la certificazione d’efficienza 80 Plus White.

Anche questo modello contiene una ventola da 12 centimetri, capace di regolare il proprio movimento a seconda della temperatura del PC. Garantisce un differenziale intorno all’85%. L’affidabilità è uno dei suoi punti di forza, specialmente per dispositivi di fascia media. Bene anche il grado di rumorosità, molto contenuto, e la longevità media, piuttosto elevata. In generale, l’alimentatore ATX si lascia apprezzare per un ottimo rapporto tra qualità e prezzo.

  1. Cooler Master G750M

Concludiamo la nostra breve panoramica sugli alimentatori ATX con questo prodotto dalle prestazioni più elevate rispetto agli altri due citati. Contestualmente, sale anche il costo complessivo e va a sfiorare i 100 euro. Il modello è semi-modulare e sprigiona una potenza massima di 750 Watt. Tale esemplare consente il collegamento con dispositivi dalle prestazioni maggiori, riuscendo a garantire ottime performance anche in caso di consumi piuttosto elevati. Funge perfettamente con PC dal gaming molto potente e permette un movimento dei flussi d’aria senza alcun ostacolo. Questa caratteristica è dovuta proprio alla sua struttura, in grado di liberare uno spazio interno abbastanza generoso nel case. Contiene una ventola da 12 centimetri e possiede la tanto ambita certificazione 80 Plus, stavolta di tipo Bronze.

In generale, un alimentatore ATX per pc fisso nasce per consentire a PC di diverse entità di raggiungere prestazioni molto elevate. Tutto ciò senza mai andare a discapito dei consumi e della temperatura, che devono sempre restare al di sotto dei livelli di guardia.